Breve guida sul noleggio a lungo termine

Breve guida sul noleggio a lungo termine

20 agosto 2018 0 Di Automotive24

I dubbi che ci assillano al momento di comprare un’auto sono molti. Il prezzo richiesto è corretto? Quali optional dovrò scegliere e quali no per evitare un’eccessiva svalutazione? Entro quando dovrò, in caso, rivendere la vettura? Quanto pagherò di bollo auto? Sarà una vettura parca nei consumi o mi troverò a far visita spesso al distributore? Gli interessi del finanziamento quanto incideranno sul prezzo finale di acquisto? Quando si parla di noleggio auto a lungo termine, invece, tutto questo è superato. Con questa dicitura si intende infatti una formula contrattuale con la quale il contraente affitta un’autovettura per un periodo di tempo che oscilla da un minimo di due anni a un massimo di quattro, obbligandosi a pagare una rata mensile il cui importo varia a seconda di numerosi fattori, quali il modello, la casa produttrice della macchina e il chilometraggio concordato. Con il noleggio a lungo termine, quindi, non si acquista un’automobile nuova, ma ci si abbona ad un servizio pagando un canone mensile. Qual è, quindi, la principale differenza rispetto all’acquisto? I servizi inclusi nella rata dell’abbonamento. Questa, infatti, comprende tutti i costi di gestione tipici di una vettura di proprietà come il bollo, l’assicurazione, la manutenzione ordinaria e straordinaria e l’assistenza stradale. Ovviamente, tutte le società di noleggio auto a lungo termine prevedono anche servizi aggiuntivi a quelli sopra descritti. Si potrà quindi personalizzare il contratto su misura, consapevoli che ogni servizio ulteriore comporterà un aumento dell’importo del canone mensile da corrispondere. A fronte degli obblighi dell’utilizzatore del veicolo, esistono anche obblighi per il locatore, ossia la società di noleggio. Questa dovrà mettere a disposizione l’automobile dopo la firma del contratto consegnandola all’utilizzatore.

Il noleggio auto a lungo termine  è nato originariamente come formula contrattuale dedicata specificamente ai professionisti possessori di partita IVA e alle aziende, data la possibilità di cui godono questi soggetti di dedurre i costi per l’Irpef e la detrazione Iva secondo modalità descritte negli articoli 164 e 19-bis 1 del Testo Unico delle Imposte sui Redditi. Nel dettaglio, per un titolare di partita IVA il noleggio a lungo termine è deducibile per il 20% del costo sostenuto nel periodo di imposta con un limite annuo massimo deducibile pari 3.615,20 euro, mentre per le società che concedono l’auto in uso ai dipendenti è possibile ottenere una deduzione dei costi del 70%.

Le case automobilistiche e le società di noleggio a lungo termine, tuttavia, nel corso degli anni hanno esteso la possibilità di far sottoscrivere questa tipologia di abbonamento alternativa all’acquisto anche ai privati. Nonostante questi non possano godere delle agevolazioni fiscali riservate ai professionisti, il noleggio auto a lungo termine per privati può rivelarsi un’ottima alternativa all’acquisto. Sicuramente il noleggio auto a lungo termine può rivelarsi una scelta vincente per chi sia alla ricerca di una semplificazione della vita quotidiana e quindi non abbia tempo per ricordarsi delle scadenze dell’assicurazione o del pagamento del bollo, così come può rivelarsi una soluzione idonea per il privato che voglia avere i costi di gestione del veicolo ben chiari già dal momento della sottoscrizione del contratto, escludendo ovviamente le spese relative al carburante.

Di sicuro, prima di decidere se optare per il noleggio auto a lungo termine o per l’acquisto, è bene fare alcune valutazioni. Bisognerà capire quanti chilometri si penserà di percorrere annualmente e per quanto tempo si vorrà possedere la vettura. Se la percorrenza chilometrica annuale sarà ridotta, o se si è abituati a cambiare la vettura a intervalli di otto anni, allora il noleggio auto a lungo termine per privati è decisamente sconsigliato.

Come detto, il funzionamento del noleggio auto a lungo termine è piuttosto semplice. Fatte le dovute valutazioni preliminari, si potrà sottoscrivere il contratto includendo nelle rate mensili i vari servizi come la manutenzione ordinaria e straordinaria, l’assistenza stradale o la possibilità di avere una vettura sostitutiva in caso di guasto sull’auto. Concordati i chilometri massimi percorribili e la durata mensile del contratto, si potrà finalmente salire a bordo della nuova vettura senza tutte quelle preoccupazioni tipiche dei proprietari di auto. Allo scadere del termine stabilito, il conduttore dovrà restituire la vettura alla società di noleggio senza possibilità di riscatto dell’auto con il pagamento di una maxi rata finale, così come avviene per il leasing.

Il noleggio auto a lungo termine ha come vantaggio quello di racchiudere nel pagamento del canone mensile non solo l’utilizzo dell’autovettura, ma anche tutte quelle spese come bollo, assicurazione, cambio gomme, manutenzione e assistenza stradale che spesso possono incidere notevolmente sui bilanci mensili di una famiglia. Ovviamente la domanda che ci si pone è quanto costi il noleggio auto a lungo termine. Purtroppo non si può dare una risposta univoca, dal momento che l’importo della rata mensile dipende da numerosi fattori come categoria della vettura, casa costruttricechilometraggio e servizi inclusi. Ci si potrà fare un’idea migliore consultando i vari siti di noleggio auto a lungo termine che consentono di ottenere in tempi brevi un preventivo della spesa mensile da sostenere. Si deve tuttavia tenere presente che il pagamento della rata del noleggio, a differenza di quella relativa ad un finanziamento per l’acquisto di una vettura, include una serie di servizi non compresi nella seconda.

Tra le valutazioni preliminari da effettuare prima di recarsi presso una società di noleggio auto a lungo termine è opportuno valutare l’utilizzo che si farà della vettura. La convenienza o meno del noleggio a lungo termine rispetto all’acquisto di un’auto nuova dipende, infatti, da vari fattori.

Il primo è quello di considerare il numero di chilometri che si percorrerà in un anno. Se siete automobilisti con percorrenze elevate, allora il noleggio auto a lungo termine è certamente conveniente, dato che allo scadere del contratto avrete la possibilità di restituire una vettura con un elevato numero di chilometri sul tachimetro che avrà subito una svalutazione importante.

Il secondo fattore da valutare riguarda l’aspettativa di possesso della vettura. Se siete soliti mantenere un’auto nuova per un periodo di tempo importante, allora il noleggio auto a lungo termine non farà al caso vostro. Viceversa, se amate cambiare macchina con una certa frequenza e non volete rimetterci troppo denaro con la svalutazione, il noleggio a lungo termine è la soluzione ideale.

Questi sono solo alcuni dei pro e contro del noleggio auto a lungo termine. Tra gli altri fattori che possono farvi propendere per questa tipologia contrattuale si devono considerare, infatti, anche le detrazioni fiscali per i possessori di partita IVA. Nell’ultima legge di bilancio era infatti previsto come i canoni dovuti per il noleggio di vetture fosse deducibile ogni anno sino a un massimo di  5.164,57 euro. Inoltre la deducibilità comprende sia le spese di noleggio sia le spese accessorie come quelle relative alla manutenzione ordinaria e straordinaria o all’assicurazione. Ulteriore vantaggio del noleggio auto a lungo termine deriva dalla possibilità di detrazione IVA al 100% senza soglie di spesa massima.

Non solo le vetture nuove rientrano tra le proposte delle società di noleggio auto a lungo termine. Negli ultimi tempi è stata rivalutata la figura dell’auto usata anche in questo particolare settore di mercato e stanno aumentando le società che propongono soluzioni di noleggio a lungo termine di auto usate. Se inizialmente, infatti, l’usato veniva visto come un problema dai noleggiatori che spesso si trovavano in difficoltà nello smaltire le vetture delle flotte aziendali, la nuova visione delle società di noleggio ha capito come queste auto possano essere proposte con successo nel noleggio auto a lungo termine per privati. Ovviamente le vetture usate, per entrare nel circuito di noleggio, devono rispettare alcuni requisiti, come l’assenza di danni, la manutenzione in regola e un chilometraggio minimo. Il vantaggio del noleggio a lungo termine di auto usate si può quantificare nell’ordine di un 20% di risparmio sulla rata mensile.

Quando si stipula un contratto di noleggio auto a lungo termine, oltre alle valutazioni preliminari sulla convenienza o meno dell’operazione e all’inclusione nel canone di varie tipologie di servizi, si deve tenere conto anche dell’anticipo. Generalmente, infatti, al momento della sottoscrizione di questa tipologia di abbonamenti, le società di noleggio richiedono il versamento di un anticipo che, in alcune occasioni, può essere anche impegnativo e far tentennare chi ha meno disponibilità nel conto corrente. Per cercare di ovviare a questo problema, sono sempre più numerose le società che propongono soluzioni di noleggio a lungo termine senza anticipo. In questo caso, il conduttore del contratto dovrà semplicemente pagare le rate mensili concordate, ma l’importo delle singole mensilità sarà leggermente più elevato per coprire l’assenza dell’anticipo.

Come abbiamo ampiamente descritto in precedenza, una delle opzioni da valutare al momento della sottoscrizione del contratto di noleggio è quella relativa al limite massimo di chilometri. Questo aspetto può preoccupare chi, ad esempio per necessità lavorative, si vede costretto a percorrenze chilometriche elevate tali da superare le limitazioni previste nei contratti di noleggio auto a lungo termine. Per ovviare a questo problema sta diventando sempre più comune tra le varie società prevedere soluzioni di noleggio auto senza anticipo e km illimitati, così da soddisfare le esigenze di una platea di utilizzatori del servizio sempre più ampia; ma bisogna sempre tenere in considerazione i costi che queste tipologie di contratti comportano. Se, infatti, un contratto tipico di noleggio a lungo termine prevede un anticipo e un chilometraggio definitivo sin dall’origine, il noleggio auto senza anticipo e km illimitati prevederà costi senza dubbio superiori a fronte della maggiore libertà di utilizzo consentita. Anche in questo caso, quindi, il nostro consiglio è quello di valutare con molta attenzione le singole esigenze di utilizzo dell’auto. Effettuare un calcolo quanto più possibile esatto della percorrenza chilometrica annuale potrebbe farvi optare per una soluzione contrattuale più economica.

È giunto il momento di tracciare un bilancio per capire se conviene l’acquisto o il noleggio auto a lungo termine. Tutto, come sempre, dipende dalle esigenze, dalla disponibilità economica e dalle abitudini di ogni singolo automobilista. Se non vi sentite pronti ad affrancarvi dal concetto di proprietà, oppure se utilizzate l’auto per percorrenze non eccessive e non siete alla ricerca dell’ultimo modello presente sul mercato con una certa frequenza, allora il nostro consiglio è quello di guardare alla forma contrattuale tipica dell’acquisto. Se invece non siete legati al concetto di proprietà, percorrete molti km l’anno per le più svariate ragioni, non avete tempo o voglia per ricordare i pagamenti delle varie scadenza amministrative legate al vostro mezzo e cercate una soluzione che vi semplifichi la vita, allora il noleggio auto a lungo termine può fare decisamente al caso vostro.

Anche in questo caso, rispondere in maniera obiettiva alla domanda sulla convenienza tra noleggio auto a lungo termine o finanziamento è assai difficile e bisogna valutare caso per caso. Senza ombra di dubbio, bisogna considerare le finanze a disposizione di ogni singolo automobilista. Chi sceglie il noleggio a lungo termine, solitamente, preferisce optare per questa forma contrattuale perché a fronte di un pagamento mensile, simile a quello di un finanziamento, ha la garanzia di avere incluso nel prezzo tutta una serie di servizi che, invece, mancano quando si opta per un finanziamento. Quest’ultima scelta, tuttavia, consente di diventare proprietari dell’auto e di disporne liberamente una volta estinto il contratto. La scelta tra le due forme di acquisto, quindi, è soggettiva e deve essere valutata sulla scorta delle singole esigenze, necessità e disponibilità.