Prendere la patente in futuro costerà molto di più

Prendere la patente in futuro costerà molto di più

6 Settembre 2019 0 Di Automotive24

Prendere la patente in futuro costerà molto di più. L’Agenzia delle Entrate, con una risoluzione del 2 settembre, ha deciso che le lezioni di scuola guida non godranno più dell’esenzione Iva: il provvedimento fa seguito ad una sentenza della Corte di Giustizia Ue del 2019 (C-449/17). Scatta anche la retroattività dal 2015 ad oggi.

Il rischio della retroattività – La manovra interessa anche tutti coloro che hanno conseguito le patenti B e C1 dopo l’1 Gennaio 2015. Le autoscuole potrebbero chiedere agli allievi passati l’integrazione (pari al 22% del totale) della cifra versata per i corsi di scuola guida pregressi. Le aziende infatti sono tenute a versare l’iva degli ultimi quattro anni e potrebbero rifarsi sui clienti.

La sentenza della Corte di Giustizia- Il 14 Marzo 2019 l’organo europeo si è espresso su ricorso della scuola guida tedesca A & G Fahrschul-Akademie GmbH, decretando che “La nozione di «insegnamento scolastico o universitario» non comprende l’insegnamento della guida automobilistica impartito da una scuola guida” e non può pertanto beneficiare dell’esenzione Iva. La normativa è stata ripresa dalla nostra Agenzia delle Entrate, che lo ha reso noto con una risoluzione lunedì 2 Settembre. Nella nota, si specifica inoltre che non saranno dovute né sanzioni né interessi aggiuntivi.