TARGA PROVA: su auto targate il SI del Ministero dei Trasporti

TARGA PROVA: su auto targate il SI del Ministero dei Trasporti

29 Maggio 2018 0 Di Automotive24

Arriva una notizia molto attesa dal Ministero dei Trasporti riguardo la vicenda della targa prova: l’annuncio è ufficiale, valgono le disposizioni vigenti:

“In relazione alle problematiche che si stanno verificando sul territorio in sede di controlli da parte della Polizia Stradale di veicoli circolanti con targa prova intestata a concessionari o autoriparatori si è concordata con il Ministero dell’Interno la necessità di pervenire ad un chiarimento da parte del Consiglio di Stato sulla corretta interpretazione delle norme.
In attesa, il Ministero dell’Interno ha assicurato che provvederà a impartire istruzioni ai propri Compartimenti affinché vengano considerate vigenti le disposizioni emanate da questo Ministero sull’argomento”.

 

Questo significa che per le modalità di utilizzo della targa prova restano valide le disposizioni già definite dal Ministero dei Trasporti, ovvero la targa prova si può utilizzare anche su veicoli già targati purché revisionati.

Niente multe nei confronti di concessionari, meccanici, operatori del settore che utilizzeranno la targa prova su veicoli usati (e già targati) per fini lavorativi come collaudo, spostamento o prova con potenziali clienti.

E’ pronta anche una Circolare che sarà diramata nelle prossime ore dal Ministero dell’Interno alla Polizia Stradale, Carabinieri, Prefetture e Polizia Locale nella quale è esplicitato che “non si procederà ad attività sanzionatorie nei confronti di veicoli già immatricolati ma privi di copertura assicurativa in circolazione con targa prova”.

Ma arriverà un chiarimento dal Consiglio di Stato sulla questione. 

E’ arrivata così la conclusione di questa amara vicenda che era nata da una richiesta di chiarimento della Prefettura di Arezzo in merito all’uso della targa prova, alla quale il Ministero dell’Interno aveva risposto con una circolare. A seguito di questa nota diramata sono iniziate ad arrivare contestazioni da parte della Polizia Stradale ad operatori del settore che sulla strada si sono visti elevare verbali e confisca di veicoli dotati di targa prova con regolare copertura assicurativa.